Negli ultimi anni, le persone che soffrono di intolleranza al lattosio sono aumentate. Evitare del tutto il latte o i latticini potrebbe sembrare una soluzione obbligata, invece, per fortuna, anche gli intolleranti possono godersi la bontà di una buona mozzarella, acquistando quella priva di lattosio. Ecco tutto ciò che c’è da sapere sulla mozzarella senza lattosio.

Cos’è il lattosio e cosa ne comporta l’intolleranza

Il 98% dello zucchero contenuto nel latte è il lattosio. È presente in tutti i tipi di latte ed è uno zucchero complesso formato a sua volta da due zuccheri più semplici, che sono il galattosio e il glucosio.

L’intestino di un individuo non affetto da intolleranza produce l’enzima lattasi che serve a scindere il lattosio nei due componenti, permettendone la digestione e l’assorbimento degli zuccheri. I soggetti intolleranti al lattosio, invece, non producono abbastanza enzima lattasi e non riescono, quindi, a trasformare il lattosio e digerirlo. I sintomi dell’intolleranza al lattosio si manifestano dopo 30 minuti, al massimo un’ora, successivi all’ingerimento, e comportano gonfiore, spossatezza, ritenzione idrica, nausea, dolori addominali e disturbi intestinali a causa della fermentazione del lattosio nell’intestino.

Il lattosio è presente in concentrazioni variabili in tutti gli alimenti che derivano dal latte e che lo contengono come ingrediente, ma viene anche usato come additivo in alcuni prodotti alimentari e come eccipiente in alcuni farmaci. È possibile, quindi, trovare il lattosio un po’ ovunque, addirittura in alcuni salumi o in prodotti da forno.

Come si fa la mozzarella senza lattosio

La mozzarella, tra tutti gli altri formaggi, non contiene moltissimo lattosio, ma ne contiene 2 grammi ogni 100, abbastanza da causare reazioni spiacevoli agli intolleranti. Eppure, gli amanti dei formaggi e dei latticini intolleranti al lattosio non devono disperare e privarsi di questa bontà unica poiché esiste la mozzarella senza lattosio!

La nostra mozzarella senza lattosio viene prodotta seguendo le stesse e identiche fasi della tradizionale mozzarella, ma viene lavorata in una sezione separata, con strumenti che non vengono usati anche per la produzione di altri formaggi, per evitare contaminazioni. L’unica differenza sta nell’aggiunta dell’enzima lattasi alla lavorazione, così che il lattosio presente nel latte risulti già scomposto in zuccheri semplici, quindi facile da digerire per gli intolleranti.

Quali sono le differenze tra la mozzarella normale e quella senza lattosio?

A parte una piccola percentuale di lattosio inferiore allo 0,01%, la mozzarella senza lattosio non presenta alcuna differenza con la mozzarella tradizionale. Il sapore, la forma, l’odore e la

consistenza è la medesima, ma quella senza lattosio risulta più leggera e digeribile. Anche i valori nutrizionali e l’apporto di calcio non cambiano.